Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Una scena lunga 50 anni

“DI/SEGNI una scena lunga 50 anni” è il titolo della mostra sulla scenografia televisiva dal 1954 al 2004, che si è tenuta a Roma presso l’Auditorium del Foro Italico dal 21 giugno al 4 luglio 2004. La presentazione sintetica dei 50 anni d’immagini scenografiche, attraverso l'esposizione di schizzi, bozzetti, progetti esecutivi, prototipi, modellini, foto e video delle scene e costumi che hanno formato l'immaginario collettivo dei programmi televisivi, è stata supportata dai filmati di repertorio e da una rassegna che ha visto la presenza, tramite conferenze e interviste, di scenografi, registi, costumisti, arredatori, tecnici, direttori della fotografia, così da avere un quadro completo dello sviluppo di un set televisivo in tutte le sue componenti produttive.

Per la rubrica “Energia rinnovabile”, sarà trasmesso il filmato “L’utopia della porta accanto”, che racconta la storia di Shonau, un paese tedesco della Foresta Nera, dove i cittadini hanno avviato un processo di privatizzazione dell’energia. I tremila abitanti, avendo finanziato l'acquisto della rete di distribuzione dell’energia, sono liberi di acquistare energia alternativa e di metterla in rete, dove è commercializzata e distribuita in base alle richieste.
Per la rubrica “I protagonisti della scienza”, andrà in onda il filmato dedicato al matematico inglese Alan Turing, il primo scienziato ad immaginare la possibilità di realizzare macchine realmente pensanti. Turing, infatti, che credeva fosse possibile realizzare macchine capaci di mimare tutti i processi del cervello umano, nel 1950 descrisse quello che oggi è noto come test di Turing ed è alla base di tutto lo studio moderno sull'intelligenza artificiale.
Per “Il mondo degli animali”, sarà trasmesso il documentario “Coccodrilli”. I coccodrilli sono tra i predatori più pericolosi che abitano i fiumi della savana africana, apparentemente lenti, possono compiere balzi di oltre due metri fuori dall’acqua per catturare le loro prede. Explora ci porta alla scoperta delle abitudini e delle modalità di caccia di questi rettili giganti.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo