Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

TETTONICA DELLE PLACCHE

Che cos’è la tettonica delle placche? La parola tettonica deriva dal greco tecton che significa costruttore; la tettonica delle placche studia infatti i meccanismi che portano alle continue e lente trasformazioni della Terra analizzandone la struttura, l’evoluzione, le cause e le modalità.
La Terra solida (non considerando quindi la parte dell’atmosfera) si compone di tre strati: il nucleo, il mantello e la crosta. Mantello e crosta formano insieme la litosfera la quale è a sua volta suddivisa in 12 placche (o zolle) principali più altre minori. Le dinamiche che si sviluppano tra le placche, prodotte da diversi fattori (moti convettivi, campo di gravità, rotazione terrestre, attrazione lunisolare), costituiscono il modello delle trasformazioni della superficie terrestre. Gli avvicinamenti tra placche formano le catene montuose, viceversa gli allontanamenti formano gli oceani. L’unità descrive con chiarezza questi fenomeni e riporta il caso esemplare della frattura apertasi in Etiopia, nel deserto dell’Afar, che darà origine ad un nuovo oceano.
Al dibattito in studio, moderato da Luciano Onder, partecipano: Fabrizio Innocenti (docente di Petrografia all’Università di Pisa) Enrico Bonatti (docente di geologia marina all’Università la Sapienza di Roma) Giuliano Francesco Pansa (docente di sismologia all’Università di Trieste), Carlo Doglioni (docente di geodinamica all’Università la Sapienza di Roma). L’unità didattica è tratta da una puntata di Explora – La TV delle Scienze, una produzione Rai Educational realizzata nell`ambito della convenzione stipulata negli anni 2003-2006 tra il Ministero dell`Istruzione, dell`Università e della Ricerca e la Rai Radiotelevisione italiana.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo