Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

La ricerca italiana cura per la prima volta una grave malattia della pelle. E salva un bambino

Hassan, un bambino figlio di profughi siriani residenti in Germania, era affetto dalla nascita da una gravissima malattia genetica della pelle: l'epidermolisi bollosa. I medici tedeschi l'avevano dato per spacciato ma il padre ha preso contatto con il professor Michele De Luca, che all'Università di Modena e Reggio Emilia studia da anni la terapia genica per ricostruire la pelle. Utilizzando cellule staminali geneticamente corrette, l'équipe di De Luca è riuscita a ricostituire integralmente l'epidermide del bambino, che oggi è sano e va a scuola. 

Lo studio, pubblicato su Nature rappresenta il primo intervento salvavita al mondo di terapia genica con cellule staminali epidermiche geneticamente corrette e ha permesso di raggiungere conoscenze fondamentali nel campo della biologia delle cellule staminali. 

Nel video il racconto del padre di Hassan

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo