Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

DNA/RNA

“Le molecole della vita”. Così la ricerca del secolo scorso definiva il DNA (acido desossiribonucleico) e l’RNA (acido ribonucleico), due molecole che sono presenti in tutti gli esseri viventi e che ne determinano l_%_esistenza. Lo studio del DNA e dell’RNA costituisce quindi la base di ogni conoscenza sulla vita e sul suo evolversi. Il DNA determina il modo in cui l’essere vivente è fatto e permette il trasferimento dell’informazione genetica di generazione in generazione; l’RNA, pur essendo chimicamente una molecola molto simile al DNA, non ha una struttura a doppia elica e, al posto della base azotata timida, presenta l_%_uracile. Inoltre, al di là delle differenze chimiche e strutturali, mentre il DNA esegue essenzialmente una funzione (quella di contenere l_%_informazione), esistono diverse specie di RNA nella cellula, ad ognuna delle quali corrisponde una funzione specifica: RNA messaggero, usato nella sintesi proteica per trasportare le informazioni all_%_esterno del nucleo cellulare; RNA di trasporto, usato sempre nella sintesi proteica per portare gli amminoacidi, e RNA ribosomiale, che, come dice il nome, compone i ribosomi. Il Progetto Genoma Umano, completato nel 2000, il cui scopo era quello di mappare il genoma umano, ovvero descrivere la struttura, la posizione e la funzione dei circa 30.000 geni (22.000 secondo le ultime ricerche) che caratterizzano la specie umana, ha permesso per la prima volta l_%_identificazione della sequenza dei 3 miliardi di coppie di basi azotate che ne compongono la molecola. Comprendere la funzione dei geni significa, in linea di principio, capire quali malattie possono derivare dalle loro alterazioni e quindi significa compiere il primo passo verso la sconfitta delle stesse. Ma i risultati del Progetto Genoma hanno davvero soddisfatto le aspettative? O all’enorme eco mediatica non corrispondono in realtà risultati tali da confermare le certezze della biologia molecolare e gli obiettivi originari della ricerca? E’ una delle questioni aperte che il dibatto moderato, in questo audiovisivo, da Luciano Onder può sollevare. Al dibattito in studio, moderato da Luciano Onder, partecipano: Gianfranco Biondi (docente di Antropologia all’Università dell’Aquila), Michela Denti (docente di Genetica all’Università di Roma La Sapienza), Ernesto Di Mauro ( docente di Biologia Molecolare all’Università di Roma La Sapienza), e Isabella Saggio (docente di Genetica all’Università di Roma La Sapienza). L’unità didattica è tratta da una puntata di Explora – La TV delle Scienze, una produzione Rai Educational realizzata nell_%_ambito della convenzione stipulata negli anni 2003-2006 tra il Ministero dell_%_Istruzione, dell_%_Università e della Ricerca e la Rai Radiotelevisione italiana.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo