Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Anfiteatro di Catania: il restauro (virtuale) è completo. Grazie ad un modello in 3D del CNR

L’Istituto per i beni archeologici e monumentali del Cnr ha elaborato un modello tridimensionale dell’anfiteatro romano di Catania, uno dei più grandi d’Italia, considerato tra i più importanti monumenti della città siciliana.Celebrato sin dal XVI secolo, l’anfiteatro romano rappresenta un’esperienza fondamentale per comprendere la storia e l’evoluzione della città etnea.

Lo studio, approfondito dall’integrazione di metodi e approcci diversi, ha permesso di chiarire e precisare numerosi aspetti del monumento. ”Il rilevamento mediante Laser Scanner e la restituzione 3D con l’elaborazione del modello tridimensionale virtuale, curati e coordinati dall’architetto responsabile dell’ITlab Ibam Francesco Gabellone e dal suo team, hanno infatti dato l’opportunità di analizzare anche dal punto di vista ingegneristico e non solo meramente architettonico le varie componenti del monumento”, spiega Giuseppe Cacciaguerra, archeologo dell’Ibam-Cnr.

Il progetto ha coinvolto soprattutto archeologi, architetti e geofisici in una proficua collaborazione che ha portato all’elaborazione di un modello di conoscenza innovativa e di grande impatto, in cui le esigenze della ricerca si intrecciano con quelle della valorizzazione e della fruizione del patrimonio culturale.
“Il risultato ottenuto”, dichiara Daniele Malfitana, direttore Ibam-Cnr, “costituisce certamente una proposta ricostruttiva in cui tutte le informazioni emerse dalle diverse discipline si fondono in un unico messaggio comunicativo: esse non mirano alla sola ricostruzione ideale dell’edificio, ma forniscono l’opportunità per la verifica e la sintesi degli aspetti legati alla logica funzionale e strutturale del monumento stesso".
 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo