Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Nicola Pirrone. Lo smog uccide

Lo smog è la principale causa di morte al mondo: solo nel 2015 ha ucciso 9 milioni di persone,  un numero tre volte più grande della somma delle morti per Aids, tubercolosi e malaria e quindici volte più di tutte le guerre e delle altre forme di violenza (rapporto della Lancet Commission on Pollution and Health, New York, ottobre 2017).
Le fonti di inquinamento legate alle attività umane sono molto varie e vanno dalla produzione di elettricità e riscaldamento che utilizzano combustibili fossili (che producono ossidi di zolfo, ossidi di azoto, particolato e metalli pesanti) ai trasporti (che emettono monossido di carbonio, anidride carbonica, idrocarburi, composti organici volatili, particolato, ossidi di azoto, ozono, ossidi di zolfo e composti del piombo), dai processi industriali (fonte di emissioni inquinanti come anidride solforosa e monossido di carbonio) alle attività agricole e di allevamento (che producono ammoniaca, metano, anidride carbonica e protossido di azoto) fino al trattamento dei rifiuti (che libera ammoniaca, metano, ossidi di azoto e particolato). Finisce tutto nell’aria che respiriamo, e conoscerne e comprenderne la qualità è l’obiettivo che si prefigge l’Istituto per l’Inquinamento Atmosferico del Cnr diretto da Nicola Pirrone.

 

Vedi le altre puntate

Estratti

Nicola Pirrone. Lo smog uccide

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo