Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Memex: Galileo (pt.59)

 

Negli ultimi anni sono nate nuove tecniche non invasive di stimolazione cerebrale che consentono di migliorare i processi di apprendimento. Recenti evidenze dimostrano che un trattamento con stimolazione magnetica transcranica (TMS) è in grado di migliorare i deficit cognitivi in pazienti affetti da malattia di Alzheimer e da varie patologie neurologiche: ne parliamo con Carlo Miniussi del Centro Interdipartimentale Mente/Cervello dell’Università di Trento.

In studio Valerio Rossi Albertini dialoga anche con Federico Fraboni dell’Università di Bologna a proposito di nuovo progetto europeo - Xcycle - per aiutare i ciclisti a pedalare in sicurezza.
Gino Roncaglia, filosofo e professore di Informatica Umanistica dell’Università della Tuscia, ci parla di un grande filosofo e scienziato tedesco - Gottfried Wilhelm Leibniz - e del calcolo binario, mentre nella rubrica dedicata alla Biomimetica, l’ingegnere meccanico e fisico Nicola Pugno, Professore di Scienza delle costruzioni al Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Meccanica dell’Università di Trento, ci spiega i grandi progressi scientifici e tecnologici degli ultimi decenni che hanno rivoluzionato i materiali a nostra disposizione, soffermandosi in modo particolare sul grafene.

Infine, la rubrica del giornalista scientifico e scrittore Pietro Greco per parlare di una storia particolarmente curiosa, quella di un veterinario italiano - Liborio Bonifacio - e di un suo “preparato”: un siero che passerà alla storia come il “siero Bonifacio”.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo